Come funzionano gli Ingranditori del Pene

Come funzionano gli Ingranditori del Pene?

La teoria su come funzionano gli ingranditori del pene è molto semplice: estendono gradualmente il pene attraverso la tensione applicata.

Come questa estensione arriva ad offrire guadagni di lunghezza al pene?

Allora, un sacco di procedure fisiologiche entrano in funzione, ma la cosa più importante è l’effetto che ha sui legamenti del pene alla base del pene.

Questi legamenti – chiamati sospensori e fundiformi – collegano il pene al corpo. Tuttavia, causano anche l’inclinazione del pene verso l’alto dietro l’osso pubico.

A causa di questa curvatura interna, l’asse esterno del pene non è così visibile come potrebbe essere diversamente.

Fortunatamente, I legamenti sono anche relativamente elastici e rispondono bene all’estensione costante.

Il risultato di tutto questo è che gli ingranditori del pene funzionano estendendo questi legamenti. Quando I legamenti si allungano, l’inclinazione del pene dietro l’osso pubico diminuisce. E mentre l’inclinazione del pene internamente diminuisce, la maggior parte dell’asse del pene resta appesa fuori dal corpo.

In molti modi, gli ingranditori del pene funzionano proprio come quando si rotola una palla di lana.

Questa è soltanto la teoria.

Ma funzionano gli ingranditori del pene in pratica?

Sebbene le persone siano spesso scettiche, crescono sempre di più le prove mediche che sostengono davvero l’affermazione che gli ingranditori del pene funzionano.

Negli ultimi 15 anni, studi dopo studi – molti di essi pubblicati su prestigiose riviste mediche – hanno riportato risultati positivi.

I dati medici riportano costantemente risultati simili: gli uomini che usano costantemente la trazione del pene per un totale complessivo di circa 1.000 ore in 3-6 mesi raggiungono un significativo allungamento del pene del 25-30%.

L’evidenza medica di supporto è così importante che la trazione del pene è fino ad oggi l’unico metodo sicuro per l’ingrandimento del pene non chirurgico.

Inoltre, questi aumenti della lunghezza del pene non vanno a pesare sulla sua periferia.

Mentre è vero che gli aumenti della circonferenza del pene sono spesso minimi, non è mai stato segnalato un caso di diminuzione della circonferenza del pene da parte di un paziente.

Quindi se avete paura di usare la trazione del pene, potete stare tranquilli. Il vostro pene non si allungherà come un sottile pezzo di plastilina.

Il Meccanismo di un Estensore del Pene

La meccanica alla quale si basa la funzione degli ingranditori del pene è semplice: due barre di allungamento scorrono lungo ciascun lato dell’asse del pene e si bloccano direttamente dietro la testa.

I livelli di intensità sono quindi controllati da due procedure: in primo luogo, regolando la lunghezza delle barre di allungamento per abbinare la lunghezza massima corrente del pene esteso. In secondo luogo, regolando l’impostazione dell’intensità.

Gli ingranditori del pene di grado medico hanno molte più impostazioni di intensità – e il segreto della loro efficacia è che applicano il livello di intensità selezionato in modo accurato e coerente. Il minimo è di solito 900 grammi circa (adatto per un nuovo utente) mentre l’intensità massima è di solito circa 1,5 kg (la quale viene raggiunta dopo poche settimane di utilizzo).

Queste sono le impostazioni di intensità che hanno prodotto risultati positivi in ​​molti studi medici.

Tuttavia, in questi ultimi anni, alcuni dispositivi con una potenza più alta sono emersi sul mercato. Ad esempio, l’estensore di SizeGenetics fornisce una massima regolazione di intensità di 2,3 kg (800 grammi in più rispetto al limite massimo normale) mentre il dispositivo Gnetics Extender fornisce una grande forza massima di trazione di 2,8 kg – abbastanza per allungare la proboscide di un elefante africano.

Forse non è una sorpresa il fatto che questi dispositivi più potenti – sviluppati dalle stesse ditte mediche – riportano la produzione di guadagni di lunghezza ancora più rapidi di quelli solitamente registrati negli studi clinici.

Importanza dell’Applicazione Sicura e del Comfort

Gran parte dell’efficacia di un estensore del pene risulta, come notato sopra, dalla capacità di mantenere livelli costanti e precisi di tensione al pene col passare del tempo.

Per riuscirci, il dispositivo dovrebbe anche fornire una forma sicura di applicazione alla testa del pene.

Dispositivi più vecchi utilizzavano un semplice laccio in silicone, che era quasi usato in stile garote per fissare il dispositivo al pene. Ovviamente, questa applicazione con laccio è tanto inaffidabile quanto scomoda.

I dispositivi costruiti successivamente dal precursore nel campo – la DanaMedic – hanno sostituito il nodo in silicone con un metodo molto più affidabile di fissaggio di più parti comprendente una “cintura comfortevole”, che distribuisce la pressione in modo più uniforme.

Grazie a questo sviluppo nel design, questi nuovi dispositivi – di nuovo SizeGenetics e Gnetics Extender – sono molto più comodi per chi li indossa per lunghi periodi e non soffrono il problema comune della deviazione standard, la quale può facilmente impedire il progresso.

L’obbietivo delle 1000 ore

Una cosa che è diventata chiara da tutte le ricerche riguardanti la trazione del pene è che il tempo di applicazione al giorno è proporzionale ai guadagni ottenuti. Coloro che indossano il dispositivo per più tempo al giorno avranno guadagni più rapidi.

È quasi come un gioco di numeri – la maggior parte delle ricerche dimostrano che si guadagnano tra I 2,5 e I 4 centimetri di lunghezza del pene ogni 1000 ore di applicazione.

Ovviamente, l’affidabilità del metodo di aggancio e il comfort del layout hanno un enorme impatto sull’uso. Molti dispositivi di bassa qualità semplicemente non riescono a mantenere la loro posizione per riuscire ad avere un effetto significativo.

Per questo motivo, l’uso di un estensore del pene con certificato medico ha dimostrato di essere così affidabile e confortevole che alla fine diventa necessario.

Pagine Utili:

error: Content is protected !!